Iniziative dell’azienda in favore della comunità

Questa sezione contiene tutte le iniziative aziendali volte a coinvolgere dipendenti e clienti in attività di impegno sociale in favore della collettività

Raccolte con numerazioni solidali

Wind e Tre mettono a disposizione di entri e associazioni no-profit lo strumento della numerazione solidale fin dal 2004Nel solo 2016 le due società hanno sostenuto 116 iniziative, raccogliendo complessivamente 7 milioni di euro, interamente donati alle associazioni proponenti.

Il 1° ottobre 2016 la società consortile “Dono Per” (costituita dagli operatori Tim, Vodafone e Wind Tre) ha iniziato la sua attività. Il consorzio, non ha scopo di lucro ed ha per oggetto l’utilizzo delle numerazioni solidali (455XY), per lo svolgimento di iniziative di raccolta e distribuzione di fondi a scopo di beneficenza nel rispetto della normativa, offrendo inoltre servizi aggiuntivi previo il pagamento di una fee. Non essendo la società a fini di lucro, eventuali utili di gestione saranno impegnati in progetti di carattere sociale e/o benefico  o saranno reinvestiti nell’attività sociale.

All Inclusive Solidale

Con All Inclusive Solidale Wind Tre sostiene progetti di impegno sociale per dare un aiuto concreto a chi è più colpito dalla crisi: insieme possiamo aiutare le famiglie più colpite dalla crisi.
Attraverso All Inclusive Solidale i clienti del brand Wind possono sostenere la campagna Dona un Pasto di Banco Alimentare per aiutare chi oggi nel nostro paese vive in povertà, contribuendo 50 centesimi del proprio conto telefonico. Con 1 €, contribuite a donare 16 pasti alle persone che vengono aiutate da Banco Alimentare. Banco Alimentare infatti recupera le eccedenze della filiera agroalimentare e le ridistribuisce gratuitamente alle strutture caritative, trasformando lo spreco in risorsa e aiutando così chi è in difficoltà.

L’impegno delle persone Wind Tre

In continuità con le tradizioni delle due aziende costituenti, i dipendenti Wind Tre partecipano ad iniziative di solidarietà promosse dall’azienda e ne propongono di ulteriori.

Una delle prime iniziative organizzate per la nuova azienda è a maggio la partecipazione alla Race For the Cure, la maratona per sensibilizzare e raccogliere fondi per la lotta al tumore al seno. Wind Tre effettua una “matching donation” pari all’importo raccolto dai dipendenti con le loro iscrizioni.

A maggio 2017, inoltre, è partita la 5° edizione del progetto “Wind Tre adotta una scuola” nelle città di Milano, Roma e Napoli. 18 dipendenti dedicheranno, in qualità di mentori, oltre 100 ore per istituto tra formazione, incontri e confronti sui temi di più stretta attualità e di utilità in materia di lavoro. Ogni studente verrà seguito dal proprio mentore di riferimento, con questionari personalizzati e la simulazione di un primo colloquio di lavoro, in modo da evidenziare le sue aspettative, in preparazione ad uno stage estivo della durata di 2 settimane, presso Wind Tre o altre imprese.

A ottobre verrà organizzata la donazione sangue presso le sedi aziendali di Roma, Milano, Ivrea e Napoli, grazie alla preziosa collaborazione della Croce Rossa Italiana e dell’Avis.

Sensibilizzare i giovani all’uso corretto del digitale

Wind Tre aderisce al Safer Internet Day 2017, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e partecipa alla giornata per la sicurezza in Rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea per sensibilizzare i giovani ad un uso più responsabile del web e delle nuove tecnologie. L’azienda conferma, in questo modo, l’attenzione e l’impegno nei confronti delle tematiche legate alla tutela dei minori e al corretto utilizzo degli strumenti del mondo digitale che hanno caratterizzato le due aziende costituenti.

Il progetto “Una Vita da Social” è la più importante campagna educativa itinerante sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della rete e l’uso consapevole e responsabile del web. Anche nel 2016 Wind e 3 Italia hanno voluto essere al fianco della Polizia Postale e delle Comunicazioni, del Ministero dell’Istruzione e dell’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza per la campagna. Il “truck” itinerante ha percorso 18.000 chilometri e raggiunto 130 città, 150.000 studenti nelle piazze, 800.000 nelle scuole, 25.000 genitori, 10.800 insegnanti. La pagina Facebook ha avuto, solo nel 2016, 700.000 visitatori, grazie anche al coinvolgimento di artisti e personaggi dello spettacolo che si sono alternati per esprimere condivisione verso l’iniziativa e lanciare messaggi di legalità ai giovani.